A volte mi chiedo…

A volte mi chiedo come posso far comprendere il rapporto tra parole e pensiero.

Se pensassi di essere la sola a preoccuparmi di questo, mi sentirei un’idiota. Mi consola il fatto di non essere l’unica.

Sabatini (Crusca): salviamo l’italiano dalla sua lenta agonia, Ilsussidiario.net, giovedì 14 gennaio 2010

LINGUA ITALIANA, SCUOLA, SVILUPPO Lo stato dell’italiano in rapporto alle esigenze del Paese e alla riforma dell’Istruzione, sul sito dell’Accademia della Crusca

Temo solo che si pensi di poter risolvere questo tipo di problema con lo studio della linguistica. Visto poi quel che Hollander dice di Chomsky… I bambini non imparano a parlare a scuola, imparano dalle persone che hanno intorno e le prime persone che hanno intorno sono i genitori, i nonni, fratelli e sorelle; poi viene l’asilo-nido, non per tutti, poi le scuole eccetera. Che si debba studiare la linguistica fin dalle elementari?

Segre, Così degrada la nostra lingua. L’italiano e i registri violati, Corriere della Sera, 13 gennaio 2010 (più sociolinguistico)

Serianni (Accademia della Crusca): vi spiego perché l’italiano è in via di estinzione, Ilsussidiario.net, giovedì 15 ottobre 2009

Hollander (Princeton): Poesia e Verità, la lezione di Dante sulla conoscenza, Ilsussidiario.net, mercoledì 26 agosto 2009

George Orwell, La politica e la lingua inglese (nel post c’è anche il collegamento al testo inglese)

Aggiornamento

Il Giornale, Quando la grammatica era roba da borghesi (Redazione)

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: