Shareholder & stakeholder

Shareholder significa azionista, persona che possiede (hold) una quota (share) di una società.

Stakeholder invece indica chi ha un interesse particolare verso un’azienda, pur non possedendo azioni e anche se il suo coinvolgimento non è di natura finanziaria. In italiano a volte è tradotto con “portatore di interessi” che trovo orripilante (anche se, lo ammetto, “aventi interessi” sarebbe molto peggio, benché letterale).

Il primo significato di stakeholder in realtà è uguale a shareholder, secondo il Cambridge Advanced Learner’s Dictionary (CALD). Quello che ho riportato sopra e che viene usato normalmente è il secondo significato nel CALD:

stakeholder noun [C]
1 a person or group of people who own a share in a business
2 a person such as an employee, customer or citizen who is involved with an organization, society, etc. and therefore has responsibilities towards it and an interest in its success.

Bella definizione, no? Chi mai avrebbe pensato di avere delle responsabilità di fronte a un’azienda, oltre che dei diritti?

Secondo il Merriam-Webster online, invece, le definizioni di stakeholder sono tre:

Main Entry: stake·hold·er
Pronunciation: \ˈstāk-ˌhōl-dər\
Function: noun
Date: 1708

1 : a person entrusted with the stakes of bettors
2 : one that has a stake in an enterprise
3 : one who is involved in or affected by a course of action

dove stake significa “an interest or share in an undertaking or enterprise”.

Il significato 1 indica la persona a cui erano affidati i soldi degli scommettitori che poi avrebbero costituito il premio per il vincitore. Sarebbe  divertente capire qual è il collegamento: forse che l’attività d’impresa nel XVIII secolo era considerata una scommessa?

.

CRISI/ Zamagni: non tutti piangono, c’è anche chi guadagna più di prima, IlSussidiario, giovedì 1 luglio 2010 (il post mi è venuto in mente a causa di questo articolo)

2 commenti

  1. L’attività d’impresa è sempre un rischio (altrimenti sarebbe un prestito), dunque assimilabile alla scommessa.
    Bella questa disamina etimologica tra shareholders e stakeholders. Il paragrafo 40 della Caritas in veritate parlava molto bene dell’argomento.

    ciao!

    • noradlf said

      Grazie, Claudio.
      La Caritas in veritate è uno dei libri che questa estate mi vorrei rileggere, non ricordavo che ci fosse anche questo.

RSS feed for comments on this post

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: