Libertà di stampa, libertà d’informazione

Ieri sera al tg ho sentito un breve servizio sull’incontro a Montecitorio con Fini e Calabrò relatori. Fini ha detto che la libertà di stampa non basta mai però aveva appena parlato di informazione. Calabrò ha parlato direttamente di libertà di informazione.

C’è bisogno di una professionista per sottolineare che stampa e informazione non sono sinonimi e che dunque le relative libertà sono due cose diverse? E che i tentativi di farle coincidere sono fraudolenti?

In Italia è possibile aprire nuove testate giornalistiche ma se qualcuno vuol pubblicare un racconto, una poesia o un’opera teatrale non ha spazi sulla grande stampa e di conseguenza non raggiunge grandi numeri di lettori. Le possibilità sono limitate a riviste, diciamo, di settore (e di nicchia) o al web, dove però trovi solo quello che cerchi… se sei bravo a cercare.

Questo fenomeno non c’entra niente con la libertà d’informazione. E con la libertà di stampa?

.

In onore della notizia, ho creato una nuova sottocategoria di Varie: ohibò.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: