Distinguere abeti e larici, come si fa?

Quando andavo in vacanza sulle Alpi, a volte gli amici mi chiedevano che piante fossero quelle che avevamo intorno. Di solito le piante indicate erano abeti o larici, nessuno mi ha mai chiesto niente delle campanule o dell’aconito.

Sfortunatamente anch’io, per quanto conosca le piante, ho sempre avuto qualche difficoltà a ricordare come si distingue un abete bianco da uno rosso. Non che sia difficile, comunque, è che proprio tendo a scordarmene: dalle mie parti non è che di abeti ce ne siano molti, nemmeno nei giardini.

Così alla fine ho deciso di scriverlo in un posto che (fatta salva la labilità del web) posso raggiungere anche quando non sono a casa: http://www.gli-esperti.it/article-422942-riconoscere-alcune-comuni-conifere-delle-alpi.html.

Non stavo scherzando, quando parlavo della labilità del web. Ecco il nuovo indirizzo: http://umberta.mesina.over-blog.it/article-riconoscere-alcune-comuni-conifere-delle-alpi-85865622.html

I link non sono più attivi ma qui sotto ho caricato il pdf della pagina:  

(pdf) Riconoscere
alcune comuni
Conifere delle Alpi

Una scorciatoia mnemonica, per distinguere abete bianco e abete rosso, è pensare che un abete rosso è un albero di Natale con le decorazioni che pendono e un abete bianco è un albero di Natale con le candele (perché ha le pigne all’insù).

Se uno ha dei problemi a ricordarsi le cose, però, non è che le scorciatoie mnemoniche siano poi così utili. Io perlomeno mi scordo anche di quelle.

 

 

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: