Ohibò!!!

Che Dio ci aiuti davvero: ora pure la Chiesa si schiera ufficialmente con Monti?!

Dicendo “la Chiesa” intendo la Cei, che per la verità non è proprio “la” Chiesa ma, quando si parla di politica, in genere si usa questa metonimia (restiamo sempre sulle figure retoriche, tra l’altro).

Mmm, no, invece, meglio non usarla: la Cei è la Cei, la Chiesa è la Chiesa e ha tante CC.EE. (Conferenze episcopali). Le metonimie ce le riserviamo per altri testi.

Posso immaginare che cosa stia passando per la mente di alcuni: «se va su la sinistra, si spalancano le porte alle passionarie della pillola RU486 e ai giannizzeri del matrimonio omosessuale, quindi meglio trovare un argine discretamente robusto».

Comprendo i loro timori, che in parte sono anche miei, però a me preme di più la libertà di educare i figli, nonché quella di farne, e anche la libertà di fare impresa e la possibilità di lavorare senza doversi rodere il fegato per il fatto di non avere più 28 anni… tutta roba di cui nella volontaristica “agenda” del professor Monti non c’è nemmeno l’ombra.  Purtroppo giannizzeri e passionarie nascono e prosperano proprio in un substrato culturale fatto di educazione non libera, impresa mortificata e famiglia ridotta in coriandoli.

Non che gli altri buffoni ne parlino o se ne interessino, in realtà, e allora qualcuno può certo pensare «ok, scelgo il male minore». Ma scegliere il “male minore”, disse qualcuno in occasione delle elezioni in USA nel 2008, ha un solo risultato certo (tutti gli altri sono aleatori): propagare qualcosa che pure è riconosciuto come un male.

Io non scelgo il male minore, perché non ha senso. Semplicemente, io non andrò a votare. L’avevo già deciso, ma avrei potuto cambiare idea se avessi visto qualcuno per cui valeva la pena di muoversi. A questo punto, invece, non mi ci portano neanche se mi attaccano dodici paia di buoi. Se nessuno può rispondere a ciò che credo giusto, quanto meno nessuno potrà fare i suoi comodi con il mio voto.

.

Aggiornamento: Dio in effetti ci aiuta. Bagnasco “sale” in ginocchio verso i Monti. Mons. Negri: “Sia più prudente e discreto”

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: