Derogatorio

Ci sono a volte delle parole che vorresti usare ma non puoi perché non è corretto; beninteso, se t’importa qualcosa di essere corretto, se no te ne freghi e basta.

Una di queste situazioni, in cui devo scegliere tra quel che mi piacerebbe e quello che è corretto, è l’uso del termine derogatorio nel senso di dispregiativo, offensivo, ingiurioso e simili.

derogatorio

[vc. dotta, lat. tardo derogatoriu(m), da derogatus ‘derogato’; av. 1324]

agg.

1 Che serve a derogare.

2 Che costituisce una deroga.

3 †Offensivo, pregiudizievole.

Ahimè! questo uso, in italiano sembra che sia defunto. Almeno secondo lo Zingarelli; perché il Garzanti online, il Gabrielli online (Hoepli) e la Crusca non se lo filano proprio, quel significato lì. Il Sabatini-Coletti online nemmeno ricomprende il termine tra quelli presentati.

La mia unica speranza è il Devoto-Oli; oppure che tutti questi dizionari siano offerti sul web in forma ridotta e mi riservino una sorpresa. Ma mi sa tanto che m’illudo. Il termine “derogatorio” è un termine giuridico e quelli che lo usano con un altro significato lo fanno per vezzo – come Giovanni Sartori, solo in parte giustificato dalla lunga permanenza negli Stati Uniti.

Sono infatti gli anglofoni a usare derogatory con il significato di “dispregiativo” oppure “offensivo”. Qualunque italiano lo usi così, sta imitando gli americani. Un caso di esterofilia? No, direi piuttosto un caso di latinofilia. Veramente, anche in latino derogatorius è un termine giuridico; però il verbo derogare ha anche il significato di sminuire e derogator è il calunniatore, il detrattore (sia in latino sia in inglese: usano proprio la stessa parola).

Per chi conosce il latino, e anche l’inglese, la parola “derogatorio” ha una forza d’immagine, è una parola bellissima! (A parte per gli avvocati, suppongo, che sono abituati a vedersela d’attorno con il significato proprio.) Ma non è corretto usarla: a seconda del contesto per tradurre derogatory andranno bene, come dicevo, dispregiativo, offensivo, ingiurioso, calunnioso. Ma derogatorio no.

Chissà, forse potremmo convincere i vari vocabolari ad accettare questo secondo significato. Se hanno messo dentro parole come “prezzemolino”, magari possono anche recuperare o aggiungere un significato ad un lemma.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: