Fallacie

A volte ho pensato di scrivere qualcosa riguardo alle fallacie logiche ma sono troppo pigra.

Ieri, però, mi sono capitati due buoni esempi di tre fallacie e non me li posso perdere. Veramente, se ci facessi attenzione, di esempi ne avrei a decine: una fallacia è un errore nascosto in un ragionamento e se c’è una cosa che sanno fare i nostri politici sono proprio gli errori di ragionamento. Ma, come dicevo, sono pigra. E poi questi esempi mi hanno colpito in maniera particolare, si meritano proprio di essere immortalati nel web.

Il primo esempio riunisce due fallacie in un tempo di 3:39. Eccolo qui (video): Michele Boldrin (FermareilDeclino) VS Bruno Tabacci e Francesco Storace

Tabacci  applica verso Boldrin una fallacia che si chiama argumentum ad hominem (argomento contro l’uomo) e consiste nell’attaccare in qualche maniera ciò che l’interlocutore è, anziché i suoi temi e argomenti.

Storace applica verso Boldrin un altro tipo di fallacia, il non sequitur, che consiste nel basarsi su un legame di causa-effetto che in realtà non esiste. Come infatti replica Boldrin, i soldi alla sanità si possono dare con altri mezzi che l’Irap: il modo di finanziamento è una scelta e non esiste un rapporto causa-effetto tra Irap e finanziamento della sanità. Non è dunque vero che abolendo l’Irap si tolgono soldi alla sanità, perché basterebbe effettuare altre scelte. In effetti, quel modo di argomentare ha in sé anche un’altra fallacia, che è l’argumentum ad populum, vale a dire il tentativo di far leva sul sentimento popolare anziché sul ragionamento.

L’altro esempio è l’affermazione di Bersani che se qualcuno prova ad attaccare il PD tramite la vicenda di MPS, lo sbranano (articolo).

Un simile modo di parlare è del tutto sconveniente per qualunque leader, fosse pure  piccolo piccolo, ed è anche completamente fuori tono con lo stile abituale di Bersani ma è un fuori tono voluto: il suo scopo, infatti, è di indurre il pubblico ad una certa conclusione attraverso un comportamento apparentemente dettato da una forte emozione; qualcosa del genere “sono innocenti, per questo Bersani arriva a parlare così”. Questo tipo di fallacia si chiama ad baculum.

Da leggere, se vi va

Un testo molto semplice e simpatico sulle fallacie si trova qui: Fallacie, del prof. Carlo Penco (Università degli Studi di Genova, Dipartimento di Filosofia)

Ed eccone un altro anche più simpatico: Polly e le fallacie.

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: