Prove

Sarà perché ho una laurea tecnico-scientifica, sarà perché avevo già letto tutto Sherlock Holmes prima dei diciassette anni, sarà perché ho visto troppi episodi di C.S.I. (Las Vegas e New York, Miami non mi piace), ma io ho rispetto per le prove, di qualunque genere, non solo scientifiche. 

(E come cavolo fai a essere cattolica? chiederebbe qualcuno che conosco. Semplice: perché ci ho le prove, ovvio, che domanda è? Ma questa è un’altra storia. Incredibile come il mondo sia pieno di altre storie, non finiscono mai.)

Vediamo un po’ che cos’è “prova” secondo lo Zingarelli:

prova o †pruova

[da provare; 1261 ca.]

s. f.

1 Ogni esperimento compiuto per accertare la natura e le caratteristiche di una cosa, dimostrare il valore o la giustezza di un’affermazione, verificare le attitudini di qlcu. o controllare il funzionamento di una macchina: sottoporre a prova una lega metallica; mettere qlcu. alla prova; prove di velocità, di resistenza […]

2 Condizione o situazione molto impegnativa cui ci si assoggetta per dimostrare di possedere determinate qualità: sottoporsi a una prova difficile; mettere alla prova l’abilità di qlcu.; ha messo a dura prova la mia pazienza | Verifica: alla prova dei fatti […]

3 Tentativo: una prova riuscita; fare, ritentare la prova.

4 Testimonianza, documento, elemento che dimostra l’autenticità di un fatto o la veridicità di una affermazione: una prova certa, irrefutabile, luminosa, decisiva; con le prove alla mano | Fino a prova contraria, fino a che non viene dimostrato il contrario | Prova d’acquisto, talloncino staccabile dalla confezione di un prodotto che dà diritto a sconti, premi e sim.

5 (dir.) Rappresentazione di un fatto giuridicamente rilevante, utilizzabile a fini processuali: prova orale, scritta | Prova legale, che non è liberamente valutabile dal giudice | Prova costituenda, che si forma nel corso del processo, come la prova testimoniale. CFR. Indizio.

6 Dimostrazione: ha fatto buona prova; dar prova di coraggio, di amicizia […]

7 (teat.) Ogni rappresentazione preparatoria di uno spettacolo, che precede quella definitiva fatta dinanzi al pubblico[…]

8 (mat.) Verifica di un determinato calcolo […]

9 (dir.) Messa in prova, V. messa (2).

10 †Gara: correre a prova.

Il termine “prova” ha molti significati, ma se uno guarda bene c’è sempre un elemento in comune: ed è la tensione a vedere se una cosa è vera, è buona, è adatta, è giusta, se vale la pena, se c’è spazio per una ricompensa e così via. C’è qualcosa e c’è il tentativo di capire com’è. Il termine “prova” non è sinonimo di ipotesi, di supposizione, di inferenza, di illazione, di ciancia. 

Ora, a me, sapere che il presidente Giorgio Napolitano ha chiesto al professor Mario Monti nel giugno 2011 se fosse disposto a presiedere un prossimo governo sembra prova di una cosa ben precisa: e cioè che il presidente Napolitano si stava muovendo per capire se il professor Monti fosse disposto a presiedere un prossimo governo. 

Fine della prova. 

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: