Alcool e spiriti

Ho tradotto l’articolo  In Vino Veritas: Chesterton Proposes a Toast di Joseph Pearce, pubblicato su The Imaginative Conservative nel 2014.

Qualcuno lo ha condiviso su Facebook nei giorni scorsi e mi è piaciuto perché è chiaro ed equilibrato. È anche aderente alla realtà di oggi, benché il proibizionismo sia passato da tempo; perché le mentalità sopravvivono a lungo, anche molto dopo i momenti di massimo, come dire?, splendore o furore.

Trovo particolarmente azzeccata la parte in cui Pearce sottolinea la differenza tra spiriti e droghe. Nella lingua quotidiana si è perduta la distinzione tra “spiriti” e “alcoolici”, negli ultimi decenni. Ci stavo pensando proprio qualche giorno fa ricordando delle magnifiche ciliegie sotto spirito che assaggiai da bambina; e anche per questo ho voluto tradurre l’articolo.

http://uomovivo.blogspot.it/2015/02/in-vino-veritas-chesterton-propone-un.html

 

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: