2 giugno e suffragio universale

Alla parata del 2 giugno mi commuovo sempre, anche solo a vederla in tv.

Ma le fesserie sul suffragio universale mi preoccupano.

Il suffragio universale non significa che votano anche le donne mentre prima votavano solo gli uomini, ’sti bastardi.

Il suffragio universale significa che votano tutti i cittadini, maschi e femmine, indipendentemente dalle proprietà e dagli studi che hanno. Perché prima del suffragio universale votavano i possidenti, anche nella democraticissima Inghilterra. Poi hanno aggiunto quelli con la licenza elementare… C’è voluto un po’ per arrivare al suffragio universale maschile, ancora un po’ di più per giungere a quello femminile. Ma l’essenza del suffragio universale non è nella non discriminazione maschi-femmine.

suffragio

[vc. dotta, dal lat. suffragiu(m), da suffragari ‘votare’. V. suffragare; av. 1342]

  1. m.

1 Voto per elezione | Suffragio universale, estensione del diritto di voto a tutti i cittadini, uomini e donne, senza vincoli di carattere economico o culturale, a partire da una determinata età | Diritto di suffragio, elettorale.

[…]

 

Mi chiedo a chi faccia comodo (deve far comodo a qualcuno, se no mica si spiega) continuare a riproporre questa frattura tra maschi e femmine. Anche la povera ragazza morta a Roma viene usata per questo in maniera vergognosa. Forse non ci sarà tantissima differenza, per un genitore, pensare che la figlia ha sofferto chissà quanto, prima di morire, perché comunque è morta. Ma io direi che debba esserci differenza per tutti (non solo per lei o per i genitori) tra l’essere stata arsa da viva e l’essere stata arsa da morta. Si chiama verità.

Ho come l’impressione che della verità non gliene importi niente a nessuno.

 

Enciclopedia Treccani, Diritto di voto

Annunci

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: